Le 50 principali domande per l'intervista su SAP BO (Business Objects).

Principali domande e risposte all'intervista SAP BO

Ecco le domande e le risposte al colloquio su SAP Business Objects per i principianti e per i candidati SAP esperti per ottenere il lavoro dei loro sogni.


1. Cos'è SAP Business Objects (BO)?

Gli oggetti aziendali possono essere considerati come analisi, reporting e query integrate allo scopo di trovare una soluzione per alcuni professionisti aziendali che possa essere utile per recuperare i dati dai database aziendali in modo diretto dal desktop. Queste informazioni recuperate possono essere presentate e analizzate all'interno di un documento, quello degli oggetti business. Gli oggetti business possono essere utili come strumento OLAP per la gestione di alto livello come parte significativa dei sistemi di supporto decisionale.

Download gratuito del PDF: domande e risposte all'intervista SAP BO


2. Spiegare i vantaggi dell'utilizzo degli oggetti business.

Ci sono molti vantaggi nell'utilizzare gli oggetti business, e lo sono

  • Facilità d’uso
  • Termini commerciali familiari
  • Interfaccia grafica
  •  Distribuzione di documenti su base aziendale utilizzando WebI
  • Trascinamento e rilascio
  • Report potenti per un periodo di tempo inferiore.

3. Elencare i diversi prodotti relativi a Business Objects.

Esistono vari tipi di prodotti correlati agli oggetti aziendali e lo sono

  • Modulo utente
  • Designer
  • Supervisore
  • Revisore
  • Imposta analizzatore
  • Visualizza informazioni
  • Oggetti aziendali – Sviluppo software – Kit
  • Agente radiotelevisivo

4. Definire Progettista.

Il designer è un modulo correlato a Business Objects IS utilizzato dai progettisti per creare e gestire gli universi. Gli universi possono essere considerati come uno strato semantico in grado di isolare gli utenti finali dalle varie problematiche tecniche e legate alla struttura del database. I progettisti di universi hanno la possibilità di distribuire gli universi agli utenti finali dopo averli spostati come file attraverso il sistema di file oppure possono farlo esportando i file nel repository.


5. Quali sono i tipi di modalità associate agli oggetti Designer e Business?

Esistono in particolare due diversi tipi di modalità associate a queste piattaforme

  • Modalità aziendale
  • Modalità gruppo di lavoro
Domande di intervista su SAP BO (Business Objects).
Domande di intervista su SAP BO (Business Objects).

6. Elencare i vari tipi di metodi relativi all'analisi multidimensionale all'interno degli oggetti aziendali.

Esistono due diversi metodi relativi all'analisi multidimensionale disponibili all'interno di BO e questi metodi sono

  • Affettare & Dadi
  • Scavare a fondo

7. Elencare i tipi di utenti associati agli oggetti business.

Esistono diversi tipi di utenti associati all'oggetto business

  • Supervisore generale
  • Supervisore
  • Interfaccia grafica
  • Designer
  • Supervisore progettista
  • Utente finale
  • Utente versatile

8. Quali sono le varie fonti di dati disponibili?

Gli oggetti business aiutano ad accedere ai dati da una varietà di fonti. Hai la possibilità di ottenere dati da RDBMS come Oracle, Server MS SQL e IBM DB2.


9. Definire i tipi di fornitori di dati?

Esistono vari tipi di fornitori di dati disponibili per gli oggetti business, e lo sono

  • Procedura di archiviazione
  • Domande sull'universo
  • Mano libera - SQL
  • Procedure VBA
  • LINFA
  • Server OLAP
  • File di dati personali

10. Definire la modalità di perforazione.

Drill è una sorta di modalità di analisi associata agli oggetti aziendali e aiuta a scomporre i dati, nonché a visualizzarli da tutte le possibili angolazioni e livelli di dettaglio per scoprire il fattore che ha causato un risultato positivo o negativo.


11. Cos'è un legame personale?

Una connessione personale può essere creata solo da un singolo utente e non può essere utilizzata da altri. I dettagli relativi a tale connessione possono essere solitamente archiviati nel file PDAC.LSI.

Domande dell'intervista SAP BO
Domande dell'intervista SAP BO

12. Cos'è la connessione condivisa?

Questo è un tipo di connessione che viene solitamente utilizzata da un altro utente tramite un server condiviso. I dettagli riguardanti la connessione possono essere memorizzati nel file SDAC>LSI che si trova nella cartella di installazione degli oggetti business.


13. Cos'è una connessione protetta?

La connessione protetta è un tipo di connessione che può essere utile per superare le varie limitazioni associate alle connessioni precedenti. I diritti relativi a questo tipo di connessione possono essere impostati sia sui documenti che sugli oggetti. Gli universi possono essere portati all'interno del repository centrale solo sfruttando la connessione protetta. I parametri riguardanti queste connessioni vengono solitamente salvati all'interno del CMS.


14. Definire gerarchie personalizzate?

Le gerarchie personalizzate possono essere utilizzate per definire l'universo per facilitare il drill down personalizzato e può avvenire tra oggetti di classi diverse o uguali considerando i requisiti dell'utente.


15. Come si possono creare gerarchie personalizzate?

Le gerarchie personalizzate possono essere create seguendo il percorso strumenti ->gerarchie in BO Designer.


16. Definire un contesto nell'universo.

Il contesto può essere definito come il percorso particolare del join tra un gruppo specifico di join o le tabelle ai fini di una query particolare. Un particolare oggetto che si trova all'interno di una colonna di una tabella, appartenente ad un particolare contesto, si suppone compatibile con tutte le varie tipologie di oggetti appartenenti allo stesso contesto. Nel caso di oggetti provenienti da vari tipi di contesto, è possibile generare diversi tipi di SQL e i risultati possono essere uniti all'interno del microcubo. Questo serve per assicurarsi che non vi siano risultati errati associati a un loop o qualsiasi altro tipo di problema relativo al percorso di join.


17. Come si possono creare i Contesti?

Il contesto può essere creato utilizzando funzionalità associate al contesto o tramite procedure manuali. Il contesto viene solitamente creato utilizzando calcoli logici o in base ai requisiti aziendali. Il contesto di rilevamento potrebbe non essere molto utile in questo caso e quindi dovrebbe essere fatto utilizzando la procedura manuale.


18. Definire una trappola abisso.

Il chasm trap è una condizione che si verifica quando i valori all'interno della tabella dei fatti vengono gonfiati al momento della misurazione dei valori di due diverse tabelle dei fatti considerando le dimensioni all'interno della tabella delle dimensioni.


19. Come si può risolvere Chasm Trap?

La trappola del burrone dovrebbe essere risolta utilizzando due metodi diversi.

  • Nel caso dei parametri SQL nell'universo, l'opzione genera numerose query per ogni misura da scegliere. Ciò aiuta a generare un'istruzione SQL per ogni misura e fornisce i risultati corretti.
  • Un altro approccio è quello di includere due giunti in contesti diversi, dove il problema verrà risolto generando due query sincronizzate.

20. Quali sono le utilità delle tabelle derivate?

Utilizzando le query SQL dal livello del database, le tabelle derivate vengono create nell'universo. Le colonne della tabella derivata saranno le colonne selezionate nella query. La tabella derivata può essere utilizzata nei calcoli complessi che sono difficili da ottenere nei livelli del report. Utilizzando un dblink, è possibile accedere alle tabelle da uno schema diverso, è un altro utilizzo delle tabelle derivate.


21. Definire gli oggetti utente.

Gli oggetti utente sono un universo di classi e oggetti creato dal progettista dell'universo. Una volta che gli oggetti costituiti dall'universo non corrispondono alle tue necessità, l'utente può creare i propri oggetti chiamati Oggetti utente.


22. Elenca le funzioni @.

Le funzioni @ sono:

  • @Aggregate_Aware
  • @Script
  • @Selezionare
  • @Variabile
  • @Dove
  • @Richiesta

23. A cosa servono le funzioni @?

La funzione @prompt chiede all'utente finale di inserire eventuali valori specifici. I risultati della macro di Visual Basics per le applicazioni verranno ripristinati utilizzando la funzione @Script. Un'istruzione esistente SELECT può essere riutilizzata utilizzando la funzione @Select. Per un nome o una variabile, verrà fatto riferimento al valore assegnatogli utilizzando @Variable. La clausola where di un oggetto esistente può essere riutilizzata dalle funzioni @Where.


24. Quanti domini ci sono in Business Objects? Quali sono?

Esistono tre domini in Business Objects e sono:

  • Sicurezza
  • funzionalità di
  • Universo

25. Come accedere ad una tabella derivata da un'altra?

Utilizzando la funzione @Derived_table, possiamo accedere a una tabella derivata da un'altra. La sintassi è:

@derived_table(the derived table name)

26. Definire la sezione negli oggetti business.

Slice funziona con i report principali o dettagliati e viene utilizzato per rinominare, reimpostare ed eliminare i blocchi.


27. Differenziare dadi e fette.

  • Fetta: Rinomina, ripristina ed elimina i blocchi. Funziona con il report master/dettaglio.
  • egli dice: Visualizza i dati e rimuove i dati. Trasforma le tabelle incrociate e le tabelle in grafici e viceversa.

28. Che cos'è un report principale/dettaglio?

  • Grandi blocchi di dati possono essere suddivisi in sezioni utilizzando il report master/dettaglio. Utilizzando questo è possibile evitare la ripetizione dei valori e visualizzare anche i totali parziali.

29. Definire una classe.

La classe può essere definita come una raccolta di oggetti in un universo. Le sottoclassi possono essere derivate dalle classi e utilizzando queste classi e le sottoclassi possiamo creare una gerarchia.


30. Quanti approcci esistono per collegare gli universi?

Sono disponibili tre approcci per collegare gli universi e sono:

  •   L'approccio Kernal.
  •  L'approccio del Maestro.
  •   L'approccio per componenti.

31. Cos'è il data mining?

Il data mining è il processo attraverso il quale è possibile estrarre dal database i dettagli richiesti, che possono essere utilizzati per trarre conclusioni.


32. Elenca le modalità di Drill disponibili.

La modalità Drill aiuta ad analizzare i dati da diverse angolazioni e diversi stati di dettaglio. Le modalità Drill disponibili sono;

  • Approfondire.
  • Scavare a fondo.
  • Esercitati.
  • Perforare.

33. Definire aggregate_awarness.

quando abbiamo le stesse tabelle dei fatti in grani diversi, utilizziamo la funzione aggregate_awarness per definire un oggetto per le misure nelle tabelle dei fatti. La sintassi è come

@aggregate_aware(highest_level.lower level)

34. Definisci il termine “fan trap”?

Un collegamento uno a molti, ovvero i collegamenti a una tabella che rispondono con un altro collegamento uno a molti, è chiamato fan trap.


35. Definire il fornitore di dati.

La query o l'origine dati viene denominata fornitore di dati.


36. Quando usiamo un contesto?

Il contesto viene creato quando gli oggetti dimensione sono presenti in una o entrambe le tabelle dei fatti.


37. Qual è la modalità standard?

In questa modalità è possibile accedere solo agli utenti all'interno del gruppo.


38. Elencare gli schemi supportati da Business Objects Designer.

Esistono cinque diversi schemi supportati da Business Objects Designer e sono:

  • schema stellare.
  • Schema del fiocco di neve
  • Schema multistella
  • Schema di produzione normalizzato.
  • Data warehouse con aggregati.

39. Cos'è un canale?

Channel è un sito web con tecnologia 'push'. È per far sì che gli utenti conoscano informazioni aggiornate. Ciascun canale di Business Objects sarà associato a un agente di trasmissione, che può avere diversi canali.


40. Quali sono le restrizioni sugli oggetti utente?

Gli oggetti utente non vengono condivisi con altri utenti finali. È memorizzato in un file di definizione dell'oggetto utente specifico. Pertanto, se un utente finale tenta di aggiornare o modificare la query che contiene l'oggetto utente di un altro utente, verrà automaticamente pulito e rimosso.


41. Elencare i compiti del progettista dell'universo.

I compiti consistono in

  • Progettare l'universo.
  • Creare l'universo.
  • Mantenere l'universo.
  • Distribuire l'universo

42. Elenca i componenti principali dell'interfaccia del designer.

I componenti principali di cui è composto sono:

  •  Il browser delle tabelle.
  •  Il riquadro della struttura.
  •  Il riquadro dell'universo.

43. Cosa intendi per report bursting?

Per mantenere i documenti della versione in base ai profili utente, utilizziamo il report bursting.


44. Definisci WEBI.

La Web Intelligence è una soluzione specializzata nel supportare le decisioni relative a query, report e analisi.


45. L'abbreviazione di DSS è?

Sistema di Supporto Decisionale.


46. ​​Definire strategie.

Per estrarre automaticamente le informazioni strutturali da un database o da un file flat utilizziamo uno script noto come strategia.


47. Definisci l'universo.

È un insieme di oggetti e classi. Questi oggetti e classi saranno destinati a un'applicazione o a un gruppo di utenti.


48. Definire la modalità protetta.

La modalità protetta limita l'accesso di utenti specifici su comandi specifici.


49. Cos'è Drill?

Utilizzando Drill by possiamo passare ad un'altra gerarchia e analizzare gli altri dati, che appartengono a un'altra gerarchia.


50. Cos'è un elenco di valori?

È un file che contiene i valori dei dati associati a un oggetto.

Queste domande del colloquio ti aiuteranno anche nel tuo viva(orale)

Condividi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *